Che cos'è il cbdv cannabinoide piante di cannabis

Che cosa è il CBDV?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO :

Contenuti:

Il CBDV è ovviamente un fitocannabinoide della cannabis avente caratteristiche uniche ed inimitabili, scoperto nel 1969. Possiede, ovviamente, come tutti gli altri cannabinoidi della marijuana varie proprietà terapeutiche, oltre che un senso rilassamento formidabile. Le genetiche di cannabis CBDV sono tra le più coltivate al mondo nel settore della cannabis light, ovvero con bassissime percentuali di THC (sotto il limite legale) o anche nullo! Continua a leggere questo articolo informativo per scoprire tutto sulla Cannabidivarina.

Pianta di cannabis cbdv percentuali molto alte. Marijuana light

Di cosa si tratta il CBDV?

Il CBDV (Cannabidivarina), è uno degli oltre 113 cannabinoidi presenti nei componenti delle piante di cannabis. Questa molecola ha una struttura chimica molto simile al CBD e ha effetti simili sull’organismo. Scoperta nel 1969, come la stragrande maggioranza dei cannabinoidi diversi dal THC, è rimasta nell’ombra e solo di recente la comunità scientifica ha iniziato a interessarsi al suo uso in medicina. Come controparte del CBD, il CBDV non provoca lo psicoattivo o lo “sballo” solitamente associato alla cannabis.
La composizione delle varietà di cannabis attualmente disponibili sul mercato contiene meno CBDV rispetto ai principali cannabinoidi tra cui CBD e THC. Tuttavia, le varietà ricche di CBD hanno concentrazioni più elevate di cannabidiolo. Ci sono segni che inizialmente è stato trovato più CBDV in alcune varietà autoctone dell’India settentrionale

Quali sono le Proprietà Terapeutiche della Cannabidivarina?

Piante di marijuana legale cbdv

Ricerche recenti hanno dimostrato che il CBDV è un cannabinoide con un potente potenziale terapeutico. La sostanza è efficace nel trattamento dell’epilessia, dell’autismo e del dolore neuropatico, sulla base di quasi tutti i risultati negli animali, conclusioni che hanno messo i cannabinoidi al centro della ricerca di aziende come GW Pharmaceuticals.
In uno studio sui topi, la Cannabidivarina si è rivelata un efficace anticonvulsivante per il trattamento delle convulsioni diffuse. I risultati hanno anche concluso che questo fantastico fitocannabinoide non altera la funzione motoria ed è quindi un eccellente potenziale candidato per il trattamento della malattia. Una volta che l’efficacia del CBDV nel ridurre le crisi epilettiche è stata dimostrata in questo e in altri studi, un gruppo di ricercatori si è interessato a spiegare il fenomeno a livello molecolare. Attraverso i loro esperimenti, hanno concluso che i cannabinoidi hanno effetti anticonvulsivanti.

La marijuana è un farmaco comune per la nausea e viene spesso somministrata ai pazienti chemioterapici per ridurre gli effetti collaterali. Allo stesso modo, in uno studio sui topi, THCV e CBDV hanno dimostrato di essere antiemetici efficaci.
Dopo che uno studio sui topi ha scoperto che il CBDV ha contribuito a invertire il deterioramento e il restringimento delle regioni cerebrali associate alla sindrome di Rett, GW Pharma ha nuovamente deciso di dimostrare l’efficacia dei cannabinoidi nel trattamento della malattia. La sindrome di Rett è un disturbo neurologico che colpisce quasi esclusivamente donne e ragazze. Il disturbo è causato da mutazioni nel cromosoma X ed è caratterizzato da un peggioramento delle funzioni cognitive, sensoriali, emotive, motorie e autonome (movimenti delle mani, ritardo cerebrale, convulsioni e disabilità intellettiva).

Quali sono le Varietà di Cannabis con maggiori quantità di CBDV?

Cime di marijuana light cbdv

Moltissime varietà di semi di cannabis possiedono quantitativi di Cannabidivarina mediamente elevate; bensì, nel nostro catalogo semi di cannabis CBD sono presenti numerose genetiche di marijuana CBDV. Per esempio troviamo la White Widow Auto CBDV e la Black Widow Auto CBDV, ovvero due ceppi autofiorenti che possiedono percentuali di Cannabidivarina estremamente elevate!

La Cannabidivarina possiede Effetti Collaterali?

Al momento non sono noti effetti collaterali del CBDV. Tuttavia, esiste una ricerca esclusiva molto limitata sugli effetti positivi e collaterali del CBDV, quindi è meglio presumere che non sappiamo se ci sono effetti collaterali piuttosto che presumere che non lo facciano. È strettamente correlato al CBD. In effetti, la Cannabidivarina è un precursore del CBD, quindi i suoi effetti ed effetti collaterali sembrano essere simili.
La somministrazione a lungo termine di cannabidiolo è efficace nel migliorare i deficit di memoria e nel ritardare l’insorgenza di deficit neurologici negli animali da esperimento. Inoltre, il trattamento ha normalizzato tutti i parametri biochimici alterati negli animali transgenici, come l’espressione aberrante dei recettori CB1 e CB2. Questi risultati sull’uso dei cannabinoidi per migliorare i deficit neurologici sono estremamente promettenti.

I NOSTRI PRODOTTI

🌿The Grace Genetics  Team 🌿

🌿The Grace Genetics Team 🌿

La cannabis oltre a essere il nostro lavoro è anche la nostra passione, per questo ci sforziamo sempre di offrire ai nostri lettori articoli di qualità e sempre aggiornati sulle ultime novità del mondo cannabis