Utilizzare un Vaporizzatore per La Marijuana

Utilizzare un Vaporizzatore per La Marijuana

  • Post author:
  • Post category:notizie
  • Post comments:0 Commenti
  • Tempo di lettura:5 mins read

Vaporizzare la cannabis è la migliore soluzione che puoi adottare per consumare al meglio le tue cime resinose e compatte. Infatti è noto che vaporizzare l’erba non desta alcun pericolo per la salute dell’individuo; al contrario del fumo che rilascia migliaia di tossine e che nuoce alla salute a lungo andare. Leggi questo articolo per scoprire tutti i dettagli sul vaporizzare marijuana e i migliori vaporizzatori presenti sul mercato.

-Contenuto:

  • Cos’è un vaporizzatore?
  • Come funziona un vaporizzatore?
  • I suoi vantaggi
  • Portatili vs Fissi
  • Elettrici vs Manuali
vaporizzare marijuana

Vaporizzatore, di cosa si tratta?

Per vaporizzatore si intende uno strumento che è in grado di riscaldare la ganja, ed anche altre sostanze, fino a quando i loro principi attivi verranno rilasciati sotto forma di vapore per poi essere inalati. Il vantaggio principale rispetto ad un semplice joint resta nel fatto che il materiale vegetale non verrà bruciato. Ciò comporterà un grande beneficio per la salute. Infatti ormai è noto sapere che la marijuana non crea alcun rischio per la salute, al contrario di alcool e tabacco, ma l’unico rischio che potrebbe avere è quello della combustione se essa non viene vaporizzata. Perciò, conviene utilizzare un vaporizzatore anche per la propria salute, oltre che per il risparmio economico nel tempo. Infatti, il vaporizzatore crea uno sballo più intenso e forte di un semplice spinello, utilizzando una quantità d’erba ancora minore di esso. Sebbene il metodo di vaporizzazione delle piante medicinali sia stato utilizzato per centinaia di anni, solo di recente è stato applicato alla cannabis. È stato Eagle Bill a utilizzare la pistola termica inventata dai coltivatori di canapa della California nel 1993 per introdurre il metodo di utilizzo dei vaporizzatori per il THC.

vaporizzatore per marijuana

Funzionamento del Vaporizzatore

Quasi tutti i vaporizzatori funzionano allo stesso modo. Ecco una guida facile per utilizzare un vaporizzatore nel migliore dei modi:

  • Innanzitutto ci teniamo a precisare che nel tuo starter kit sarà fondamentale un’erba di alta qualità; tutto ciò per evitare che si creino problemi con la vaporizzazione a causa di marijuana scadente. Un grinder sarà fondamentale, infatti dovremo macinare per bene la nostra ganja prima di inserirla nel vaporizzatore, altrimenti essa potrebbe non vaporizzarsi.
  • Dopo aver macinato per bene le tue cime, inseriscile nel dispositivo assicurandoti di pressare la pila per creare più spazio per la tua erba. Raccomandiamo di non riempire mai fino all’orlo il vaporizzatore e di lasciare sempre un po’ di spazio per far circolare l’aria.
  • Dopo aver fatto ciò saremo pronti per goderci la nostra cannabis vaporizzata, ma non prima di attendere almeno un minuto affinché il vaporizzatore sia pronto per poter aspirare al meglio.
  • La pulizia del proprio vaporizzatore è fondamentale, quindi raccomandiamo di ripulirlo dopo ogni utilizzo. Per una corretta pulizia utilizzare alcol isopropilico e cotton fioc inumidito.
vaporizzatore mobile

joint di erba

I Vantaggi

L’uso di un vaporizzatore è considerato più salutare del fumo perché le erbe vengono riscaldate piuttosto che bruciate. Pertanto, il vapore idealmente non contiene le sostanze tossiche contenute nel fumo. Inoltre, a lungo termine, l’evaporatore può far risparmiare il 35-45% del costo del fumo, il che può farti risparmiare denaro nel lungo periodo di tempo. Altri vantaggi dell’evaporatore sono un sapore migliore, una selezione più appropriata e la capacità di controllare meglio la temperatura e il dosaggio. Inoltre vaporizzare la cannabis produrrà uno sballo molto più forte rispetto ad un classico joint, perciò è preferito anche da milioni di esperti nel settore della marijuana.

Vaporizzatori Portatili vs Fissi

Il vaporizzatore portatile è perfetto per gli utenti che intendono utilizzare lo svapo in giro. Sono progettati intorno al concetto di mobilità e possono essere facilmente inseriti persino in delle tasche. Sono inoltre molto facili da usare e di solito mancano dei complicati controlli e impostazioni degli evaporatori fissi. Questo li rende super semplici anche per chi è alle prime armi su questo settore, e possono essere utilizzati rapidamente ovunque. Tuttavia, questo significa anche che il controllo sulla temperatura e su altri aspetti della funzione del vaporizzatore sarà limitato.

D’altra parte, i vaporizzatori fissi non sono progettati per essere portatili. Sono apparecchiature tecniche complesse, di solito con dispositivi di controllo della temperatura complessi, grandi camere di riempimento e vari accessori di aspirazione.

vaporizzatore di marijuana mobile elettrico

Vaporizzatori Elettrici vs Manuali

ELETTRICI

I vaporizzatori elettrici possono essere alimentati a batteria o, nel caso di vaporizzatori fissi, possono anche essere collegati alla corrente. Scoprirai anche che alcuni di loro hanno solo uno o due pulsanti sulla superficie, mentre altri avranno display digitali e altre impostazioni. Naturalmente, questi possono essere classificati come evaporatori “analogici e digitali”.

  • Il vaporizzatore analogico è una variante più semplice del vaporizzatore digitale convenzionale. Il vaporizzatore a penna analogico può avere un pulsante per riscaldare la cannabis e accenderla / spegnerla. Inoltre, di solito hanno impostazioni di temperatura limitate. Non hanno funzioni complicate, display con letture di temperatura o altro.
  • Il vaporizzatore digitale ha un display che fornisce la temperatura, il livello di potenza e altre informazioni. Questi vaporizzatori ti consentono anche di eseguire regolazioni di temperatura specifiche, permettendoti di godere di diversi cannabinoidi e terpeni nello stesso ceppo.

MANUALI

Con i vaporizzatori manuali avremo il vantaggio di non necessitare di una batteria o una fonte di alimentazione esterna. Dunque, dovrai usare un accendino o una torcia per fornire calore e alcuni modelli hanno una fiamma interna per una maggiore comodità. Nota: questo è diverso dal fumo perché la fiamma non influenza direttamente la marijuana. Essa necessità di calore esterno.

Lascia un commento