Frutti o Fiori di cannabis, cime di marijuana

Frutti o Fiori – Cosa sono le Cime di Marijuana?

Contenuti:

Ormai da sempre siamo tutti noi abituati a sentire nominare da chiunque le cime di marijuana “fiori”, nonostante ciò, si tratta di un errore banale. Tra poco rimarrai sorpreso dallo scoprire che la cannabis è un frutto in realtà, e non un fiore. Grazie ad una ricerca effettuata da un ricercatore indipendente sulla cannabis Kenzi Riboulet-Zemouli, un giovanissimo ricercatore, appassionato come tutti noi di questa pianta, siamo giunti a questa conclusione. Leggi questo articolo informativo per scoprire tutti i dettagli di questa importante notizia sul mondo della marijuana, e come si è arrivati a ciò.

Frutto di cannabis

La Ricerca Scientifica sulla Cannabis

Questa ricerca, in quanto fortemente correlata alla rivalutazione della pianta di cannabis, e quindi strettamente oggetta a critiche ed osservazioni particolari è ancora tutt’oggi in corso. Ciò perché, Kenzi Riboulet-Zemouli, ovvero il creatore di questo studio, desidera far conoscere al mondo tutti i benefici della cannabis e dei suoi derivati. Negli ultimi tre anni però, l’Organizzazione Mondiale della Sanità sta rivalutando questa pianta probabilmente grazie a studi scientifici come quello di Kenzi; essa, molto recentemente, ha finalmente stabilito che il Cannabidiolo non deve essere una sostanza perseguitata in quanto priva di effetti psicoattivi, e avente soltanto benefici per la salute. In effetti, per marijuana viene utilizzata come per intendere soltanto le parti consumate della pianta, ma non tutte le altre parti estremamente utili all’uomo se lavorate. Come per esempio, la fibra di canapa per produrre capi d’abbigliamento, essa è una fibra totalmente ecologica.

Insomma, questa ricerca scientifica sulla marijuana mira all’obiettivo di stabilire un’opinione unica sulla pianta di cannabis basata soltanto su prove scientifiche, in effetti il contrario di quella attuale. In particolare, lo studio sulla cannabis e cannabinoidi e sui problemi della terminologia, oltre a precisare il fatto che il CBD non deve essere una sostanza perseguitabile per vari motivi a noi ovvi, ha stabilito varie motivazione per il quale i germogli della cannabis sono frutti, e non fiori come si è sempre sentito dire.


Kenzi Riboulet-Zemouli attivista nel settore della cannabis internazionale

Kenzi Riboulet-Zemouli, il creatore dello Studio sulla Cannabis e Derivati

Kenzi è un giovane ricercatore indipendente appassionato di marijuana. Il suo lavoro principalmente si basa sulla produzione e commercializzazione di piante di cannabis e altre sostanze psicoattive perseguitate. E’ coinvolto in movimenti spagnoli e francesi ed è spesso visto alle riunioni del comitato della Nazioni Unite sugli stupefacenti a Vienna e Ginevra.


Proibizione della Cannabis, una scelta immotivata

Il proibizionismo generale ormai tutti noi sappiamo a cosa va incontro, ovvero alla criminalità e allo stesso identico consumo precedente. Questa cosa il mondo l’ha capita sin dai tempi del proibizionismo americano dove l’alcol venne divenne una sostanza perseguitabile. Ciò non comportò alcuna diminuzione del consumo di alcolici, ma soltanto un aumento di ricchezza per la criminalità organizzata di Al Capone.

Inoltre, al giorno d’oggi è risaputo che il tabacco e l’alcol (grande fonte di ricchezza per ogni stato) facciano male e causino molti morti ogni giorno, al contrario della marijuana che non ha mai causato alcun decesso. Infatti, una persona non potrebbe morire per abuso di cannabis neanche se ci provasse, le quantità da fumare in un breve lasso di tempo sarebbero enormi. La mancanza di una vasta gamma di ricerche scientifiche sulla cannabis ci ha portato ad oggi con il proibizionismo generale, il quale si sta sempre più alleggerendo in molti stati grazie a studi come quello di Kenzi.


Frutto o fiore di cannabis

I Frutti di Marijuana

Successivamente a questa sorprendente ricerca si arriva alla conclusione che i germogli femminili delle piante di marijuana sono frutti partenocarpici, quindi non fiori come si è sempre creduto. In particolare, i frutti partenocarpici sono abbastanza rari da trovare in natura; inoltre, non si trovano certo su molti tipi di piante, soltanto su alcune che hanno l’immensa fortuna di produrli, come infatti la pianta di canapa. La partenocarpia è un meccanismo biologico controintuitivo, il quale molto frequentemente viene confuso anche tra i più esperti nel settore. Rendendo anche gli esperti confusi, è questo il motivo per cui molte ricerche sulla cannabis ignorino questo settore; nonostante ciò, studiare la partenocarpia è una cosa fondamentale per scoprire tutti i dettagli sul vostro passatempo preferito: consumare infiorescenze.


Cos’è la Partenocarpia?

Iniziamo con dire che il frutto partenocarpico risulta essere senza semi. La partenocarpia è quindi lo sviluppo di un frutto senza previa fertilizzazione, un frutto partenocarpico non può essere fecondato e produrre semi. La partenocarpia si presente su varie piante sul nostro pianeta, come per esempio oltre la cannabis anche le piante di ananas e banana. Essa fondamentalmente serve per aumentare notevolmente la produzione delle piante ed anche per aumentare molto la qualità del prodotto finale.


Pianta di marijuana con frutti pronti

La Particolarità del Frutto di Cannabis

Nonostante abbiamo appena spiegato il dettaglio fondamentale dei frutti partenocarpici, adesso vi sveliamo una grande particolarità della cannabis. Come già abbiamo precisato varie volte, la cannabis è un frutto partenocarpico, ma ciò che lo differenzia in confronto agli altri sta nel fatto che essa può essere impollinata dal polline di una pianta maschio e può produrre semi se ciò dovesse accadere. Per questa motivazione spesso la partenocarpia viene spesso ignorata nelle ricerche sulla marijuana, perché troppo confusionale; bensì, per fortuna esiste lo studio di Kenzi che approfondisce questo dettaglio fondamentale della cannabis.

I NOSTRI PRODOTTI

🌿The Grace Genetics  Team 🌿

🌿The Grace Genetics Team 🌿

La cannabis oltre a essere il nostro lavoro è anche la nostra passione, per questo ci sforziamo sempre di offrire ai nostri lettori articoli di qualità e sempre aggiornati sulle ultime novità del mondo cannabis

Lascia un commento