Coltivare Canapa in Italia.

  • Post author:
  • Post category:notizie
  • Post comments:0 Commenti
  • Reading time:4 mins read

Legalità, Varietà e Usi.

Coltivare Canapa industriale è una pianta molto semplice anche per agricoltori principianti, specialmente in Italia, dove c’è un clima idoneo per farlo. Anche grazie a questo, l’Italia storicamente si conferma uno dei principali produttori di canapa dell’intero pianeta. Alti guadagni coltivazione canapa.

– Contents:

  • È legale coltivare canapa in Italia?
  • Tutte le migliori varietà di canapa
  • I principali usi di questa pianta

Lato legale in Italia

Coltivare canapa Finché si pianta una varietà di canapa industriale con un basso contenuto di THC, la coltivazione in Italia è legale.

Viene regolata dalla legge sulla coltivazione canapa Per quanto riguarda la normativa, la coltivazione della canapa è oggi del tutto legale, e non è nemmeno necessario fornire una partita IVA agricola. Il principale fattore limitante per la coltivazione legale è l’utilizzo di varietà certificate. Devono essere seminate soltanto le varietà elencate nel registro europeo delle sementi, perché per legge possono essere coltivate solo varietà di cannabis con bassissimo contenuto di THC. Dopo che le piantine emergono, deve essere compilata una speciale “Dichiarazione di coltivazione” per la canapa e portarla alla stazione di polizia più vicina. Concludendo, la coltivazione di canapa industriale in Italia è perfettamente legale bensì si coltivino soltanto piante certificate con un basso contenuto di THC.

Varietà di Canapa Industriale

Grace Genetics offre soltanto le migliori genetiche certificate di canapa industriale di altissima qualità. Queste varietà si distinguono in due categorie:

  • DIOICA, ovvero la varietà di cannabis più utilizzata in assoluto dai più grandi coltivatori. Sono le varietà di canapa più diffuse in Italia e sono adatte alla produzione di fibre tessili, al consumo come prodotto da fumo, come combustibile o per bioedilizia.Troviamo la Carmagnola, Eletta Campana, Finola, Kompolti, Tiborszallasi.
  • MONOICA, ovvero le genetiche di cannabis che sviluppano entrambi i generi sessuali sulla pianta. Con questi semi si ha la certezza totale di ottenere piante ermafrodite. La coltivazione di queste piante è interamente per scopi industriali, data l’enorme quantità di semi che sono in grado di produrre. Sono il frutto di una lunga selezione non essendo un genere di canapa già presente in natura. Troviamo la Fedora 17, Felina 32, Futura 75.

Olio di semi di Canapa

L’olio di canapa è un alimento ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il suo colore va dal verde chiaro al verde scuro, ed emana un odore distinto, che ricorda la nocciola. Contiene il 10% di acidi grassi saturi e circa il 90% di acidi grassi essenziali polinsaturi; in questi ultimi l’apporto di acido linoleico è pari al 50-60%, e l’apporto di acido alfa linoleico è pari al 15-20%; la forte presenza di questi acidi grassi nell’olio di canapa è alla base dei sui benefici. La differenza tra questo e gli altri oli è che raggiunge il miglior equilibrio tra l’assunzione di Omega 6 e Omega 3, il loro rapporto è 3:1. Nessun altro alimento possiede questa preziosa e importante proprietà per il corpo umano.

Come ottenere permesso per coltivare canapa a uso medico.

La legge n. 242/2016 stabilisce che sul territorio italiano è possibile ottenere permesso per coltivare canapa a uso medico purché sia erba medica con un contenuto minimo di THC (fino allo 0,3%). Ma è importante che queste piante non derivino da semi autofiorenti, semi femminizzati o semi ad alto contenuto di THC, ma siano incluse nel Registro delle sementi europee.

Fibre di Canapa

La fibra di canapa adatta per i tessuti si ottiene dalla lavorazione meccanica della parte fibrosa esterna al fusto della pianta. La fibra di canapa è una fibra cava e igroscopica. È una combinazione perfetta per ottenere un filato con elevato isolamento termico e permeabilità all’aria. Tra le fibre naturali più resistenti alla lavorazione tessile, la canapa permette di creare un tessuto più resistente all’azione meccanica, allo strappo e alla deformazione di qualsiasi altro tessuto naturale. Il tessuto di canapa ha sia compattezza che morbidezza, quindi è possibile ottenere capi particolarmente comodi. Il suo comportamento è simile alla lana: fresca d’estate e calda d’inverno.

Coltivazione Canapa Guadagni

Attualmente, il mercato della canapa vale diversi milioni di euro ogni anno. La canapa prodotta viene utilizzata per ricavare le infiorescenze di marijuana light. Questo è un campo economico. Oggi questo campo attrae molti aspiranti imprenditori. Gli incentivi di coltivazione della canapa si stimano intorno ai circa 15.000 euro per ettaro. Questo è il risultato del calcolo della canapa coltivata per ettaro, e la sua destinazione d’uso è la canapa light e l’estrazione di CBD. Dunque con la coltivazione canapa guadagni molto alti.

Lascia un commento