CBG cannabinoide questo sconosciuto, tutti i segreti sul precursore del THC e del CBD.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO :

Contenuti:

Cos’è il CBG e quali sono i benefici di questo cannabinoide?

La maggior parte delle persone che hanno familiarità con la cannabis hanno sentito parlare di THC (tetraidrocannabinolo) e CBD (cannabidiolo) e dei loro effetti.  

Un cannabinoide meno conosciuto e non psicoattivo chiamato cannabigerolo (CBG), anche se non presente in grandi quantità nella maggior parte dei ceppi, vale comunque la pena di essere studiato per una serie di motivi.

La Ricerca Scientifica

Ci sono diversi studi scientifici per scoprire come il CBG agisce sui ricettori cannabinoidi. La Farmacologia è uno dei campi più impegnati nello studio di questa molecola. Dopo gli insuccessi nell’uso dei cannabinoidi sintetici, la marijuana medica si conferma migliore soluzione nella terapia clinica.

Cbg cannabinoide trasformazione in thc oppure cbd
Le piante di cannabis producono CBGA, il precursore delle tre principali linee di cannabinoidi: THCA, CBDA e CBCA.

Che cosa è il CBG ?

La formula (C21H32O2) è un cannabinoide non psicoattivo. Questo significa che non produce gli effetti che sono sinonimi di THC. 

Poiché è presente a livelli molto bassi nella maggior parte dei ceppi di cannabis, il CBG è considerato un cannabinoide minore. Sorprendentemente, tuttavia, THC e CBD iniziano come CBG: è il genitore chimico di THC e CBD.

Gli enzimi specifici della pianta rompono il CBGA e lo “indirizzano” verso una delle tre linee. Gli acidi sono esposti alla luce ultravioletta o al calore, e voilà, diventano i cannabinoidi che conosciamo: THC e CBD. Nella maggior parte dei ceppi il CBGA viene immediatamente convertito in THCA o CBDA.

Quindi, più THC significa meno CBG e CBD (e viceversa) per natura di come questi composti sono sintetizzati.

Quando è stato scoperto?

La scoperta di questa molecola cosi come riportato da Wikipedia e veramente molto recente. Infatti le prime pubblicazioni sul CBG risalgono soltanto al Dicembre del 2019. Grazie anche alla sempre più popolare industria della canapa industriale.

Fino ad allora questa molecola era praticamente sconosciuta. A causa della sua presenza soltanto in un determinato momento del ciclo vitale della pianta. Le pianta di canapa è una risorsa che ci regala con il passare del tempo sempre nuove scoperte. Le continue scoperte sul uso medico della cannabis stanno data un accelerata alla ricerca.

Copyright Marc Davidson

Per ottenere rese più elevate di CBG, gli allevatori stanno sperimentando la manipolazione genetica e l’incrocio delle piante. Ad esempio, Grace Genetics sta incrociando ceppi per produrre contenuti CBG più alti. La cannabis Sativa si presta meglio di tutte le altre a questa selezione.

Gli scienziati possono anche estrarre livelli più elevati di CBG dalle piante di erba individuando il tempo di estrazione ottimale. Questo tempo è stato individuato in circa sei settimane in un ciclo di fioritura di otto settimane. Al giorno d’oggi nel 2021 possiamo trovare diversi prodotti contenenti cannabigerolo come olio oppure infiorescenze da vaporizzare.

Quali sono i potenziali vantaggi medici?

Il sistema endocannabinoide incorporato del corpo umano (eCS) lavora per mantenere il corpo nel suo stato equilibrato di omeostasi. Mentre ci sono dettagli specifici su come funzionano i cannabinoidi. In generale il sistema endocannabinoide svolge diverse funzioni specifiche per ciascuna area del corpo. Ad esempio, in un sito per lesioni, l’eCS può aiutare a regolare le cellule immunitarie per limitare l’infiammazione. Può essere anche un valido aiuto per i soggetti sottoposti a Chemioterapia.

È stato scoperto che il CBG agisce su sistemi e problemi fisiologici molto specifici, e i risultati per l’uso medicinale sono promettenti:

Cbg effetti terapeutici studi cannabinoide
  • I recettori degli endocannabinoidi sono prevalenti nelle strutture oculari e, cosa interessante, il CBG è ritenuto particolarmente efficace nel trattamento del glaucoma perché riduce la pressione intraoculare.
  • In esperimenti su animali che coinvolgono topi, CBG è risultato essere efficace nel ridurre l’infiammazione caratteristica della malattia infiammatoria intestinale.
  • In uno studio del 2015 il CBG ha dimostrato di proteggere i neuroni nei topi con la malattia di Huntington.
  • CBG sta mostrando una grande promessa come combattente del cancro. In particolare, è stato dimostrato che il CBG blocca i recettori che causano la crescita delle cellule tumorali.
  • La ricerca europea dimostra che è un efficace agente antibatterico, in particolare nei confronti di ceppi microbici resistenti alla meticillinaresistenti.
  • In uno studio che ha esaminato gli effetti di cinque diversi cannabinoidi sulle contrazioni della vescica, è risultato il migliore per inibire le contrazioni muscolari.
  • Le malattie metaboliche sono quelle dove la cannabis trova più applicazione.

Gli scienziati sono entusiasti di questi risultati iniziali del CBG e stanno promuovendo ricerche future con CBG per il trattamento di molteplici malattie. Poiché non è psicotropa, CBG ha una promettente ampia gamma di potenziali applicazioni non solo per i problemi sopra menzionati, ma anche come analgesico, terapia per la psoriasi e come antidepressivo.

Lo Status legale

Il CBG non è presente in nessuna lista di sostanze controllate, risulta quindi praticamente legale nella maggior parte dei paesi del mondo.

I NOSTRI PRODOTTI

🌿The Grace Genetics  Team 🌿

🌿The Grace Genetics Team 🌿

La cannabis oltre a essere il nostro lavoro è anche la nostra passione, per questo ci sforziamo sempre di offrire ai nostri lettori articoli di qualità e sempre aggiornati sulle ultime novità del mondo cannabis

Lascia un commento